Lunedì, 03 Novembre 2014 16:24

Costretto a Twittare per non dimenticare la sua vita

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

Thomas Dixon, un ventinovenne americano, è costretto ad archiviare su twitter  tutto quello che gli succede durante la giornata per non dimeticarlo, a causa di perdite di memorie che lo assillano da quattro anni,e che avvolte gli fanno dimenticare cose successo anche poche ore prima.

Tutto ha avuto inizio nel 2010 quando Thomas a causa di un incidente è stato travolto da un'auto.Dopo aver lottato per diversi giorni contro la morte Dixon si è salvato ma si è ritrovato a fare i conti con un disturbo mnemonico invalidante.Ogni giorno si sveglia e non riesce a ricordare con certezza cosa è successo il giorno prima o anche poche ore prima. Gli manca la memoria episodica, autobiografica, quella che ci fa ricordare dettagli, preferenze, empatie, o fatti precisi: un incontro, una chiacchierata, un caffè.

All'iniizio Thomas annotava tutto ciò che gli capitava durante la giornata su un block notes riportando tutto nei minimi dettagli.Ma poi si è reso conto di dover usare un metodo più efficace e semplice da utilizzare cosi ha deciso di abbandonare il moto cartaceo per utlizzare la tecnologia per cio di cui aveva bisogno.

Cosi Thomas ha deciso di sostituire il block notes con il social network Twitter. Affidando  i suoi ricordi twitter che pubblica in tempo reale.Il social network è diventato per lui un prezioso deposito esterno in cui archiviare tutto quello che succede e sopravvivere ai continui vuoti di memoria. Ne è nato un diario aggiornato costantemente: 22300 tweet finora. Un report fedele di tutti i movimenti, le azioni, piccoli e grandi fatti degni di nota o semplicemente utili a dare senso a un gesto, un pensiero.Per ricordarsi come è andata la giornata deve scorrere   la timeline per rileggere tuttal a sua giornata . L'  account è privato, non c’è una foto , anonimato 100%. Per Thomas la privacy è fondamentale visto che in quei messaggi ci sono pezzi di vita.Per verificare se qualcosa è capitata oppure no scarica l’ archivio dei cinguettii o fa ricerche attraverso parole chiave.

Poi preferisce scrivere lunghe email più tosto che telefonare,cosi può ricostruire più facilmente le conversazioni.Questo problema gli causa anche difficoltà per lavorare .Infatti Thomas ha deciso di impegnarsi nell'aiutare  altre persone che soffrono di questa patologia.E rimanendo sempre in tema della tecnologia starebbe pensando a sviluppare un applicazione chiama MeMory.

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 03 Novembre 2014 17:24

Share

9 commenti

  • Link al commento Graziella Mercoledì, 05 Novembre 2014 22:28 inviato da Graziella

    La perdita della memoria deve essere una cosa terribile perchè azzera la propria storia e recide le proprie radici. A volte i social possono essere davveri utili.

  • Link al commento stefania Mercoledì, 05 Novembre 2014 00:56 inviato da stefania

    un utilizzo triste ma utile di twitter

  • Link al commento samantha Martedì, 04 Novembre 2014 17:49 inviato da samantha

    Ma daiii.... :/ Dev'essere una cosa bruttissima.. Per fortuna che c'è la tecnologia!

  • Link al commento Valentina Martedì, 04 Novembre 2014 17:31 inviato da Valentina

    vedi, il risvolto positivo dei Social network! Sembra il tema di un film!

  • Link al commento Francesca Martedì, 04 Novembre 2014 16:40 inviato da Francesca

    Ciao.
    Mamma mia povero ragazzo!
    Però in questi casi la tecnologia viene incontro.
    Grazie per la curiosità
    Bacione
    La Fra

  • Link al commento mary pacileo Martedì, 04 Novembre 2014 16:06 inviato da mary pacileo

    l'importante secondo me è trovare la soluzione ai propri problemi come in questo caso

  • Link al commento Francesca B Martedì, 04 Novembre 2014 15:17 inviato da Francesca B

    inizio in maniera leggera dicendo che la tecnologia può essere molto utile in questo caso.... poi non riesco a non essere triste per questo ragazzo! la memoria è una cosa importantissima per la nostra vita, e pensare a chi la perde per malattia... o per incidenti come questi.... mi fa star male!

  • Link al commento Marina Napolitano Martedì, 04 Novembre 2014 13:14 inviato da Marina Napolitano

    Certo che strazio perdere la memoria di continuo... però ottima soluzione. Speriamo non dimentichi la passw per accedere a twitter

  • Link al commento cinzia Martedì, 04 Novembre 2014 12:29 inviato da cinzia

    a volte la tecnologia pou' essere utile se usata nel modo giusto e per dei buoni motivi

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori
Codice HTML non è permesso.
* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra Privacy Policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.