Venerdì, 17 Maggio 2013 02:00

Rapinavano case grazie a Facebook

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Due ragazze minorenni della Roma bene chiedevano l‘amicizia a loro coetanei sul social network convincendoli a farsi invitare a casa quando non c’erano i genitori. A quel punto la banda entrava in azione e ripuliva gli appartamenti.E dopo i colpi, la banda si vantava su Facebook e via sms delle “imprese”, si fotografavano e si filmavano mentre mostravano la refurtiva.

 

Dopo essere state ricevute nella casa delle inconsapevoli vittime, una di loro si nascondeva  dopo aver finto di allontanarsi. Poi, con il pretesto di una passeggiata, la seconda ragazza usciva con il proprietario lasciando l’amica, che dava campo libero alla banda per razziare l’appartamento.

Share

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori
Codice HTML non è permesso.
* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra Privacy Policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.