Venerdì, 15 Maggio 2020 13:21

Windows 10: Addio ai sistemi a 32 Bit

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
Windows 10 Windows 10 Microsoft

Windows 10 dice addio ai sistemi a 32 bit. Con il prossimo rilascia dell’aggiornamento del sistema operativo Microsoft ha deciso di avviare il pensionamento dei sistemi a 32 Bit, concentrandosi solamente su quelli a 64 bit.

 

Microsoft si sta preparando al rilascio di Windows 10 May 2020 Update e, come da consuetudine, ha aggiornato la pagina con i requisiti minimi, indicati, che devono essere supportati. Consultando la pagina salta subito all’attenzione l’interruzione della distribuzione di build a 32-Bit ai produttori che dovranno utilizzare unicamente quelle a 64-Bit.

In poche parole Microsoft ha avviato l’iter per il pensionamento dei sistemi a 32-Bit e i nuovi PC avranno solamente installazioni a 64-Bit. Tuttavia sarà ancora possibile installare e Windows 10 a 32-Bit sulle macchine già esistenti e il supporto a questa versione rimane garantito.

A partire da Windows 10 versione 2004, tutti i nuovi sistemi Windows 10 dovranno utilizzare build a 64-Bit e Microsoft non rilascerà più build a 32-Bit per la distribuzione OEM. Questo riguarderà logicamente sui nuovi dispositivi e non avrà nessun impatto sui sistemi a 32-Bit dei clienti che sono prodotti con le versioni precedenti di Windows 10. Microsoft ha annunciato che s’impegnerà a fornire aggiornamenti delle funzionalità e della sicurezza su questi dispositivi, compresa la disponibilità continua dei supporti a 32-Bit nei canali non OEM per supportare vari scenari d’installazione degli aggiornamenti.

I processori supportati saranno Intel fino alla decima generazione, (Intel Core i3/i5/i7/i9-10xxx), Intel Xeon E-22xx, Intel Atom (J4xxx/J5xxx and N4xxx/N5xxx), Celeron e Pentium. AMD fino alla settima generazione (A-Series Ax-9xxx & E-Series Ex-9xxx & FX-9xxx), AMD Athlon 2xx, AMD Ryzen 3/5/7 3xxx, AMD Opteron e AMD EPYC 7xxx.  Qualcomm Snapdragon 850 e 8cx (SQ1).

Tutto ciò si tramuta nel dover fare attenzione l’acquisto di un nuovo PC dispositivo. Essendo i sistemi a 32-bit, ormai sul viale del tramonto, per non ritrovarci un dispositivo già vecchio, è bene fare attenzione che il dispositivo che andiamo ad acquistare sia a 64-bit.

Informazioni aggiuntive

Letto 177 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Maggio 2020 13:33

Share

Altro in questa categoria: « Amazon Fire HD 8 versione 2020

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori
Codice HTML non è permesso.
* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra Privacy Policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.