Venerdì, 07 Marzo 2014 01:00

Italia terza nel mondo per spam

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Secondo un rapporto rilasciato dal Trand Micro,l’Italia si è piazzata al terzo posto tra i paesi da cui proviene il maggior numero di email di spam.Il report evidenzia come siano nate nuove tecniche che permettono ai cybercriminali di sfruttare le vulnerabilità dei software e di come negli ultimi tempi siano aumentati gli attacchi a’online banking, i dispositivi mobile e le infrastrutture in generale.

 

Nel corso del 2013 sono stati rivelati oltre un milione di malware utilizzati per sottrarre informazioni riservate e accedere ai conti correnti degli utenti,tra cui ha seminato il panico CryptoLocker ,un potente malware,che inviato come allegato delle email, blocca il computer e cripta tutti i dati. Per accedere nuovamente ai file viene richiesto il pagamento di un “riscatto” di 300 dollari.

Per quanto riguarda il mondo smartphone ,nel 2013, si è  registrato un totale di 1,4 milioni di minacce ad alto rischio per Android, ed un aumento degli attacchi phishing agli utenti Apple.Gli attacchi sono stati mirati principalmente a coloro che cercavano informazioni sulle nuove console xbox one e Playstation 4.

Il nostro bel Paese ,nel primo trimestre 2013, occupava il quinto posto nella classifica dei paesi con il maggior numero di botnet. Inoltre, si trova all’ottavo posto tra i paesi maggiormente colpiti da malware diretti al settore finanziario e all’online banking . Poi  l’Italia si posiziona al quarto posto al mondo per l’uso di App Android infette. L’italiano è la nona lingua più utilizzata del mondo per le email di spam. Infine, l’Italia occupa uil terzo posto nella classifica dei paesi spammer, a pari merito con l’Argentina. La vetta è occupata dagli Stati Uniti, seguiti da Spagna e India.

Letto 2017 volte

Share

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori
Codice HTML non è permesso.
* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra Privacy Policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.