Visualizza articoli per tag: pirate bay

Venerdì, 30 Gennaio 2015 11:39

The Pirate Bay risorge dalle sue ceneri

Il 1 febbraio termina il conto alla rovescia apparso sul sito ufficiale di The Pirate Bay.

Dopo che lo scorso novembre si era diffusa la notizia dell'arresto dell'ultimo dei fondatori del noto portale di file sharing The Pirate bay si pensava che era terminata la più controversa e lunga battaglia contro la pirateria , invece sembra che la lotta ancora non sia finita.

Pubblicato in Internet
Mercoledì, 05 Novembre 2014 16:50

The Pirate Bay arrestato l'ultimo capitano

Fredrik Neij alias TiAmo,l'ultimo dei fondatori della nota piattaforma di sharing The Pirate Bay,è stato arrestato dopo un latitanza durata ben 6 anni e dovrà scontare una condanna a 8 mesi per aver incoraggiato la violazione del diritto d'autore attraverso le attività della nota piattaforma di P2p.

Pubblicato in Internet

The Pirate Bay è in procinto di festeggiare i suoi primi 10 anni di vita online,traguardo raggiunto non facilmente. Infatti il più famoso motore di ricerca di torrent è riuscito a sopravvivere a numerosi attacchi repressioni e processi affinchè fosse chiuso.In occasione del decimo compleanno, le persone appartenenti al gruppo originario che ha dato vita a The Pirate Bay ,

Pubblicato in Internet

The Pirate Bay si candida a diventare la piattaforma pirata “legale” di Antigua.Come gia avevamo scritto precedentemente il piccolo stato dei Caraibi aveva annunciato la prossima apertura di un sito web per la vendita di film, musica e software illegali. Contenuti di ogni genere in violazione delle norme sul copyright statunitense.

Pubblicato in Internet
Etichettato sotto
Giovedì, 14 Marzo 2013 01:00

La corte Europea respinge ricorso di Pirate bay

Altra stangata per il sito Pirate Baye i suoi fondatori.la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha rigettato il ricorso dello storico sito di condivisione di musica, film e giochi al centro da anni di guai giudiziari. Il ricorso era stato presentato da Fredrik Neij e Peter Sunde Kolmisoppi, condannati nel 2010 dai tribunali svedesi per aver infranto il diritto di copyright di varie società a cui hanno dovuto versare circa 5 milioni di euro.

Pubblicato in Internet