Promo

L’italia fanalino di coda sulla connessione al Web

  21 Dicembre 2012
Vota questo articolo
(1 Vota)

Secondo un rapporto dell’ Istat l’Italia è il fanalino di coda dell’Europa in quanto a connessioni a Internet.Solo il 55,5% delle famiglie ha accesso a Internet da casa, quelle con almeno un minorenne sono più tecnologiche, soprattutto se si trovano al Nord e il capofamiglia è un dirigente. Secondo la fotografia scattata dall’ISTAT l’Italia è al di sotto della media europea.

La quota di famiglie con accesso a Internet e disponibilità di un computer è rimasta stabile rispetto al 2011, mentre è aumentata la percentuale di quelle con accesso a banda larga.Le famiglie con almeno un minorenne sono le più tecnologiche, in compenso tra il 2011 e il 2012 rimane stabile il divario tecnologico relativo al territorio e alle differenze sociali. “Le famiglie del Centro-nord che dispongono di un accesso a Internet sono il 58,1%, mentre rappresentano il 51,4% quelle che dispongono di una connessione a banda larga, a fronte del 49,6% e del 41,2% registrati nel Sud”.Alla fine la quota di famiglie che dispone di un accesso a Internet è  pari al 55,5%, invariato, mentre è lievemente aumentata la percentuale di quelle che accedono al web mediante la banda larga: sono il 48,6%, rispetto a 45,8% dello scorso anno.Sul rapporto pesa anche il divario tra le famiglie in cui il capofamiglia è un operaio e quelle in cui è un dirigente, un imprenditore o un libero professionista risulta di 16,9 punti percentuali a favore di questi ultimi.

il nostro Paese si classifica al 22mo posto in Europa dietro a Lituania e Lettonia, conteggiando le famiglie con almeno un componente tra i 16 e i 74 anni che possiede un accesso a Internet da casa. La media europea è del 73%, l’Italia è ferma al 62%. Dal rapporto è emerso che il 43,3% delle famiglie dichiara di non possedere un accesso a Internet perché non ha le competenze per sfruttarlo, di questi “il 26,5% considera Internet inutile e non interessante, il 15,8% non ha accesso a Internet da casa per motivi economici legati all’alto costo degli strumenti o del collegamento, il 13% accede dal posto di lavoro o da un altro luogo”.

A dare buone speranze ci sono i giovanissimi a risollevare la disastrata media nazionale. Nel 2012 il 52,3% della popolazione dai 3 anni in su ha usato il computer e il 52,5% dei bambini in età scolare ha navigato su Internet.

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori
Codice HTML non è permesso.
* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra Privacy Policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

Articoli in Evidenza

  • Samsung Galaxy S10 scheda tecnica
    Samsung Galaxy S10 scheda tecnica Samsung ha presentato il Galaxy S10, per festeggiare i dieci anni della serie Galaxy S, tra successi e qualche piccolo fallimento con S10 l’azienda sudcoreana ha deciso di inaugurare una…
  • Lovepedia il sito d' incontri completamente gratis
    Lovepedia il sito d' incontri completamente gratis Lovepedia è il primo sito d' incontri online 100% gratis, che offre tanti servizi per conoscere e incontrare persone con i tuoi stessi interessi.
  • I criteri di sicurezza del gioco online
    I criteri di sicurezza del gioco online Come riconoscere un sito sicuro di giochi online. Quali sono i criteri di sicurezza del gioco online da sapere prima di iniziare a usare un sito di gambling?  Per evitare…
  • Cos'è il trading online
    Cos'è il trading online Trading online di cosa si tratta? Il trading online se ne sente parlare ormai da anni da quando internet è ormai entrato in tutte le casa ma non tutti sanno…

Pubblicità

ads

Annunci

Ultimi commenti

Pubblicità

Seguici su Facebook

Pubblicità

Da Amazon

Dal blog

Hacks