NOTA! Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per assicurarci che tutti i nostri visitatori abbiano la migliore esperienza possibile.

Continuando la navigazione sul nostro sito, Lei dichiara di accettare l’utilizzo di cookie e tecnologie simili per le finalità descritte in questa informativa.

Che cos’è un cookie?

Il cookie è un piccolo file posizionato nel Suo dispositivo che consente di attivare i servizi e le funzionalità del sito.

Quali tipi di cookie utilizziamo?

Utilizziamo due tipi di cookie:

• tecnici, necessari a mostrarle correttamente il sito sul Vostro browser
• di tracciamento, allo scopo di ottenere statistiche d’uso aggregate ed anonime e di servire un miglior servizio pubblicitario

Come vengono utilizzati i cookie per scopi pubblicitari?

I cookie e la tecnologia pubblicitaria, come i beacon Web, i pixel e i tag anonimi della rete pubblicitaria, ci aiutano a offrirle annunci pubblicitari rilevanti in modo più efficiente.

I cookie ci aiutano anche a raccogliere rendiconti, ricerche e report basati su dati aggregati per gli inserzionisti di pubblicità.

I pixel ci aiutano a capire e a migliorare i nostri servizi, a mostrarle annunci pubblicitari sul nostro sito e a sapere quando un contenuto le viene mostrato.

Sebbene non utilizziamo i cookie per creare un profilo del Suo comportamento di navigazione su siti di terze parti, utilizziamo i dati aggregati provenienti da terze parti e i dati del suo profilo e delle attività svolte sul nostro sito per proporle pubblicità rilevante in base al suo interesse.

Può rifiutare di ricevere la pubblicità informativa di terze parti e di siti esterni modificando le Sue impostazioni.

La preghiamo di notare che tale rifiuto non rimuoverà la pubblicità dalle pagine che visita; ciò significa che gli annunci pubblicitari che vede non corrisponderanno ai Suoi interessi.

I nostri partner come  DoubleClick e Google ci aiutano a offrire la pubblicità sia sul sito che al di fuori.

La preghiamo di leggere le informative sulla privacy dei nostri partner (di seguito il link) per assicurarsi di essere d’accordo su come essi utilizzano i cookie.

Abbiamo anche fornito dei link per i cokie di terze parti :

Google Analytics -> https://www.google.com/intl/it/policies/privacy/

rifiutare Google Analytics -> https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

DoubleClick -> https://www.google.com/intl/it/policies/privacy/

• rifiutare DoubleClick -> https://support.google.com/ads/answer/2662922?hl=it

• eADV (Newmediabit s.n.c.)-> Luogo del trattamento: IT – Privacy Policy e Cookie Policy

• Shiny S.r.l. -> http://www.shinystat.com/it/informativa_privacy_generale_free.html

• PLAVID-Mosaicoon S.p.A -> https://plavidnetwork.com/cookie-policy-third-parts/

• Zanox -> https://www.zanox.com/it/riguardo-a-zanox/privacy_policy

Ulteriore informazioni sui Cookie di terzi parti e su come gestirli le potete trovare al seguente link -> http://www.youronlinechoices.com/it/

 

 

 

Fredrik Neij alias TiAmo,l'ultimo dei fondatori della nota piattaforma di sharing The Pirate Bay,è stato arrestato dopo un latitanza durata ben 6 anni e dovrà scontare una condanna a 8 mesi per aver incoraggiato la violazione del diritto d'autore attraverso le attività della nota piattaforma di P2p.

Google continua la sua battaglia contro la pirateria.Le misure per contrastare il fenomeno introdotte  nei giorni scorsi hanno sortito i primi effetti sperati dal motore di ricerca,infatti sono stati penalizzati i siti torrent più noti.Nei giorni scorsi Google ha presentato il rapporto "How Google Fights Piracy", in cui indicava la nuove misure antipiraterie che avrebbe applicato al motore di ricerca per penalizzare i  siti di torrent presenti nel  web.

Con l'operazione denominata Italian Black out,la guardia di finanza di Cagliari ,in collaborazione Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche di Roma,hanno oscurato il sito DDLStorage ,uno dei maggiori cyberlocker italiano.Il cyberlocker consentiva il download di materiale pirata per la fruizione privata gratuita. Oltre ai cinque gestori del sito sono stati individuati e denunciati altre venti persone ritenute responsabili.

Sembra che il Governo Spagnolo,a detta di qualcuno dietro pressione delle Major statunitense, voglia dare un giro di vite alla pirateria online. I gestori di siti che pubblicano link a contenuti pirata  potrebbero rischiare una pena detentiva di 6 anni.

Il Tribunale di Milano, dopo gli esposti di Rti (Gruppo Mediaset) e Lega Calcio di Serie A, ha messo sotto sequestro preventivo il sito spagnolo Rojadirecta. Più che sequestro si tratta del blocco dei dns(facilmente agirabile) verso il noto sito spagnolo per la visione di eventi sportivi in streaming.

A quanto pare Il gip di ROMA  ha deciso il  bloccato  dei siti Nowvideo, Nowdownload, Videopremium, Rapidgator, Bitshare, Cyberlocker, Clipshouse, Uploaded e altri 17 portali per diffusione di materiale pirata. In verità, come riportato oggi sulle pagine dei giornali  si tratta di un’operazione legata a un unico film.

Altra stangata per il sito Pirate Baye i suoi fondatori.la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha rigettato il ricorso dello storico sito di condivisione di musica, film e giochi al centro da anni di guai giudiziari. Il ricorso era stato presentato da Fredrik Neij e Peter Sunde Kolmisoppi, condannati nel 2010 dai tribunali svedesi per aver infranto il diritto di copyright di varie società a cui hanno dovuto versare circa 5 milioni di euro.

Il big boss ,Kim Dotcom, del file hosting potrà denunciare l’agenzia di intelligence neozelandese, per aver autorizzato le operazioni d’intercettazione delle sue comunicazioni private. Pur di origini tedesche, il fondatore di Megaupload,e del nuovo Mega, Kim Dotcom ha ottenuto da diversi anni la residenza neozelandese,dove la legge vieta tutte quelle pratiche di sorveglianza nei confronti dei suoi cittadini.

Filmsenzalimiti.it è stato chiuso dalla Guardia di Finanza di Arezzo. L’accusa è di aver violato le norme sul diritto d’autore in base all’art. 171-ter della legge 633/1941. L’ingiunzione è stata ordinata dal Tribunale di Viterbo dopo una lunga indagine portata avanti da specialisti e tecnici delle Fiamme Gialle.Ma i gestori della piattaforma sostengono diaver lavorato sempre nel rispetto della legge,

IL Boss del network pirata Italianshare, Tex Willer, è stato condannato al pagamento di 6,4 milioni di euro per violazione delle norme sul copyright.Tutto ha avuto inizio nel 2011,quando la Guardia di Finanza di Agropoli ha arrestato “Tex Willer” ,  un quarantanovenne originario di Napoli. Il GIP della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere

Articoli in Evidenza

  • I criteri di sicurezza del gioco online
    I criteri di sicurezza del gioco online Come riconoscere un sito sicuro di giochi online. Quali sono i criteri di sicurezza del gioco online da sapere prima di iniziare a usare un sito di gambling?  Per evitare…
  • Cos'è il trading online
    Cos'è il trading online Trading online di cosa si tratta? Il trading online se ne sente parlare ormai da anni da quando internet è ormai entrato in tutte le casa ma non tutti sanno…
  • Che cos’è il dating?
    Che cos’è il dating? Dating è il termine di lingua inglese che indica letteralmente la pratica frequente dell’uscire per un appuntamento. Il dating rappresenta l’attività di carattere sociale intesa come ricerca di un possibile compagno/a (detto anche…

Pubblicità

Pubblicità

Influence

Ultimi commenti

Social

Siti Amici

SiteBooK visite gratis siti web DeFaNet - DeFaNet - Blog Aggregatore notizie RSS Segnalato su CercoCerco Segnala un Blog Segnala a Zazoom - Blog Directory blogging tips
blogging tips BlogNews Sono su Addami! buzzoole code

Link Ads